Chi siamo

iobevobene”, lo slogan di un gruppo di appassionati di vino

Il nostro obiettivo è parlare di vino e di tutto ciò che in qualche modo è legato alla sua cultura, far conoscere i produttori che, con il loro lavoro e la loro dedizione, sono capaci di creare prodotti di assoluto pregio.
Tutto questo grazie ad una squadra di appassionati con cui organizzare una degustazione, selezionare e presentare dei vini grazie a competenti sommelier. Dall’enotecario professionista ai semplici appassionati!

Il vino deve essere raccontato da chi lo fa

La visita in cantina, un’ottima occasione per conoscere da vicino i produttori, che spesso sono piccole realtà familiari dove si lavora da generazioni. Ascoltare le loro storie, passeggiare tra le vigne, gustare il frutto di un duro lavoro fatto di passione e sacrifici. Passeggiare tra i filari è un’esperienza assolutamente da provare, che fa star bene in tutti i sensi e ti rimette in sintonia con la natura.

Email Address: info@iobevobene.org

Connect via Social Media

posts by IoBevoBene

Anteprima Sagrantino annuncia i suoi vincitori: le migliori declinazioni del Montefalco Sagrantino DOCG 2017

L’annata 2017 del Montefalco Sagrantino Docg conquista 3 stelle, pari ad un punteggio di 88/100. È quanto attribuitole dalla Commissione tecnica, composta dagli enologi del territorio del Montefalco, e dalla Commissione esterna.

Anteprima Merano WineFestival dal 18 al 20 giugno nella cornice del Merano Flower Festival

In occasione Del Merano Flower Festival, il Helmuth Köcher, The WineHunter e patron di Merano WineFestival, presenterà al pubblico di appassionati un’anteprima della 30esima edizione del Merano WineFestival Naturae et Purae.

Cantine aperte anche il 19 e 20 giugno

Il 19 e 20 giugno 2021 torna l'edizione di Cantine Aperte in tutte le regioni d’Italia e si annuncia già per le oltre 800 cantine socie come un evento di grande rilievo.

Lazio Prezioso 2021: la parola d’ordine è qualità

Tre aziende, un unico comune denominatore: dimostrare con i fatti anche ai palati più esigenti che i vini laziali non sono “da fraschetta”, ma vini di qualità. Senza complessi di inferiorità rispetto alle produzioni di altre regioni considerate tradizionalmente più blasonate.